Che cos’è la felicità e come si fa ad essere felici

La maggior parte di noi probabilmente non crede che abbiamo bisogno di una definizione formale di “felicità”. Sappiamo cosa significhi e spesso usiamo questo termine per descrivere una serie di emozioni positive, tra cui gioia, orgoglio, soddisfazione e gratitudine.

Ma per capire le cause e gli effetti della felicità, i ricercatori devono prima definirla. Molti di loro usano il termine in modo intercambiabile con “benessere soggettivo“, che misurano semplicemente chiedendo alla gente di riferire quanto si sentono soddisfatti con la propria vita e quante emozioni positive e negative stanno vivendo.

Molti psicologi descrivono la felicità come “l’esperienza della gioia, della contentezza o del benessere positivo, combinata con la sensazione che la propria vita sia buona, significativa e proficua“.

felicità

Che cos’è la felicità?

Si dice anche che la felicità si rapporta alla soddisfazione della vita, all’apprezzamento della vita, ai momenti di piacere, ma nel complesso ha a che fare con l’esperienza positiva delle emozioni.

Attenzione però : queste definizioni non indicano l’assenza di emozioni negative. Una “persona che si reputa felice” sperimenta lo spettro delle emozioni proprio come chiunque altro, ma la frequenza con cui sperimentano quelle negative può essere diversa.

La verità è che le “persone felici” non provano tante emozioni negative perché le elaborano diversamente o possono trovare un significato diverso, vedono sempre il “bicchiere mezzo pieno“.

In effetti, usare la frase “persona felice” è probabilmente errata perché presuppone che siano naturalmente felici o che le cose positive accadano a loro più spesso. Nessuno è immune dallo stress della vita, ma la domanda è se si vedono questi fattori stressanti come momenti di opposizione o momenti di opportunità. Per la persona “felice” una crisi è un’opportunità, qualcosa che ci fa cambiare, un ostacolo da superare che ci mette alla prova.

Indipendentemente da dove ti trovi nello spettro della felicità, ogni persona ha il proprio modo di definire la felicità. Filosofi, attori, politici e tutti in mezzo hanno tutti valutato la propria visione della felicità.

Frasi sulla felicità

La felicità è la gioia che proviamo quando lottiamo per il nostro potenziale“. Antico filosofo greco.

La mia felicità cresce in modo direttamente proporzionale alla mia accettazione e in proporzione inversa alle mie aspettative“. Michael J. Fox 

La felicità come bene supremo pratico“. Aristotele

Ho commesso il peggior peccato che un uomo possa commettere: non sono stato felice”. Jorge Luis Borges.

Di tanto in tanto è bene fare una pausa nella nostra ricerca della felicità ed essere semplicemente felici“. Guillame Apollinaire

Cercare la felicità fuori di noi è come aspettare il sorgere del sole in una grotta rivolta a nord“. Proverbio tibetano

La cosa fantastica di tutte queste definizioni è che emergono elementi comuni. Ci dicono di accettare le situazioni della vita e accettare l’incertezza come una parte naturale della vita. E più siamo in grado di farlo, più possiamo inclinarci nella felicità.

Una felicità che non dipende da quello che abbiamo, da ciò che possediamo, ma è una condizione “mentale”. E’ vero o no che le popolazioni che si reputano piú felici sono anche quelle piú povere?

Come essere felici

E’ giusto non cercare di essere felici, ma accettare qualunque cosa sentiamo. Questo concetto accenna ad una cosa importante, che è così spesso che cerchiamo di sistemare le cose e diventare “felici” o “in pace” o “su una situazione”, ma a volte dobbiamo riconoscere ciò che sentiamo . Quello che trovi spesso è che il riconoscimento ti permetterà di spostarti più rapidamente nello “spazio felice” perché le tue emozioni non stanno cercando di attirare la tua attenzione. Le tue emozioni non ti stanno urlando, dicendoti che sei triste o arrabbiato. Hai già iniziato il lavoro di elaborazione.

Infine, Aristotele condivide una parte cruciale della felicità, ovvero l’essere “attivi”. Quante persone “felici” conosci che siedono a casa tutto il giorno, tutti i giorni? Potrebbero essere contenti, ma prosperano veramente nella felicità?

La felicità si trova spesso nel fare ciò di cui sei appassionato e nello stabilire connessioni significative per te. La ricerca ha supportato questo risultato con risultati che dimostrano che un forte sostegno sociale è correlato con una serie di risultati positivi. Potresti essere in una routine ora e potresti avere momenti in cui perdi la connessione alla vita, ma hai sempre l’opportunità di ricostruire quella connessione.

Quindi ora è il tuo turno, inizia a trovare la felicità in te. Cosa ti porta gioia?

Forse è una serata a passare guardare la TV, oppure un pomeriggio passato a fare meditazione. Forse è una serata in un nuovo ristorante in città. Forse stare alzato fino a tardi a guardare un film con il tuo compagno. Forse dipende dal tuo umore. Ovunque risieda la tua felicità, vai a godertela. E dicci quale di queste definizioni di felicità ha “risuonato” maggiormente con te. Lascia un commento e facci sapere come definisci la felicità.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here